Kledi Kadiu - El Pardo Management

Vai ai contenuti

Menu principale:

ARTISTI

KLEDI KADIU
Kledi Kadiu
facebook
Instagram
Kledi si propone in veste di ospite in eventi e saggi di fine anno accademico, presentatore, testimonial, giudice in concorsi di danza ed e' disponibile per stage.
 
Kledi Kadiu, nasce in Albania, dove inizia il suo percorso formativo diplomandosi presso l’Accademia Nazionale di Danza. Entra a far parte del corpo di Ballo del Teatro dell’Opera di Tirana dove ricopre ruoli solistici in importanti opere di repertorio.
 
Raggiunta un’ottima preparazione tecnica, Kledi si trasferisce in Italia dove esprime al meglio tutte le sue doti artistiche e tecniche come danzatore, coreografo e artista completo.
 
Danza in importanti Gala e Spettacoli Teatrali che lo vedono impegnato come solista: “Giulietta e Romeo” – Balletto di Roma – Coreografie: Fabrizio Monteverde; “Contemporary Tango” – Balletto di Roma – Coreografie: Milena Zullo; “ La Prima Volta, Hera e Pare” spettacolo ideato da Kledi Kadiu e Anbeta Toromani con la Direzione Artistica di Gentian Doga.
 
Raggiunge pertanto un’eccellente maturità artistica e, nel corso degli anni, Kledi rivolge la sua attenzione anche ad altri aspetti collaterali del mondo della Danza e dello Spettacolo, che permettono altresì all’artista di esprimersi in diversi contesti e di divulgare tutto il suo sapere e la sua esperienza.
 
Lo vediamo infatti impegnato nel piccolo e grande schermo in importanti produzioni televisive e cinematografiche.
 
Partendo dal cinema, tra le più importanti ricordiamo: “La Nave Dolce”, un importante film documentario che racconta dettagliatamente la vita di Kledi e di tanti altri suoi concittadini, dal suo arrivo in Italia con la grande nave Vlora, insieme a ventimila albanesi che, dopo il crollo del regime, si rifugiano in questo grande involucro galleggiante, cercando un faro di fortuna nella terra italiana. Un importante Film a sfondo sociale e umano che vince il “Premio Pasinetti” alla Mostra Del Cinema di Venezia con Regia di Daniele Vicari.
 
E ancora, per citare altre esperienze attoriali: il Film “Passo a Due”, “La cura del Gorilla” e la fiction su Rai 1 “Ma chi l’avrebbe mai detto”.
 
Nel corso degli anni, Kledi, grazie alla sua preparazione, alla sua costanza, alla sua determinazione che fanno di lui un’importante icona del mondo della Danza, racchiude tutta la sua Maestria in un programma su RAI 5, “Progetti di Danza”, un programma alla stregua di “Maratona D’Estate” di Vittoria Ottolenghi. In “Progetti di Danza” Kledi riesce a far emergere l’aspetto culturale ed umano della Danza Classica e Contemporanea, con interventi di importanti personalità della Danza a livello mondiale che, con pillole di 30 minuti, raccontavano la loro esperienza e aprivano le porte delle più grandi realtà della Danza.
 
La televisione arriva prestissimo nella vita di Kledi, esordendo con “C’è Posta per Te”, “Buona Domenica” per poi approdare alla nota trasmissione “Amici di Maria De Filippi”, che rappresenta per lui una grande svolta di visibilità e crescita umana e professionale. Trascorre ben 16 anni ad “Amici”, prima come ballerino professionista e poi come Docente.
 
E ancora, lo vediamo protagonista anche nella solidarietà come Testimonial per UNICEF nel Progetto “Pigotta”, nella Campagna “IocomeTu, Mai Nemici per la Pelle”, in missione in Bangladesh dove testimonia il suo effettivo impegno morale e sociale; insieme alla collega Anbeta Toromani, testimonial per AISM.
 
Scrive il suo libro “Meglio di una Favola”, che riscuote molto successo tra i fans e vince il “Premio Elsa Morante” a Napoli.
 
Riceve numerosi Premi e Riconoscimenti, tra i quali il “Premio Internazionale di Cultura Re Manfredi” per il suo contributo alla Danza.

Kledi è membro della commissione della Accademia Nazionale di Danza di Roma.
 
Attualmente Kledi Kadiu è impegnato nella divulgazione dell’Arte della Danza, dirigendo la Kledi Dance a Roma e tenendo stages e Workshop in tutta Italia, con numerosi allievi e professionisti che seguono le sue lezioni ai quali Kledi cerca di trasmettere tutta il suo bagaglio culturale e professionale, diventando un grande punto di riferimento per molti ballerini e insegnanti non solo come Maestro di Danza, ma anche come Maestro di Vita.
 
Torna ai contenuti | Torna al menu